Manutenzione nel Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81

Di |2018-04-02T21:25:29+02:00Maggio 2nd, 2014|Normative di riferimento, Sicurezza|

  La parola "manutenzione" compare per ben 36 volte all'interno del Decreto, vediamo dove e perché:   Titolo I PRINCIPI COMUNI Capo II Sistema istituzionale Art. 13 - Vigilanza Capo III Gestione della prevenzione nei luoghi di lavoro Sezione I MISURE DI TUTELA E OBBLIGHI Art. 15. - Misure generali di tutela Art. 18. - Obblighi del

Evoluzione della sicurezza

Di |2018-04-02T21:37:11+02:00Febbraio 12th, 2014|Sicurezza|

Anni '30 Richiamo del codice civile e penale    Anni '40 Richiami generici nella Costituzione Repubblicana    Anni '50 Serie di D.P.R. che definirono: concetti fondamentali della sicurezza imposero l'adozione di misure di prevenzione tassatività della normativa   DPR 27 APRILE 1955 n. 547 - Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro DPR 18 MARZO

Microfermata

Di |2018-04-03T12:44:15+02:00Marzo 31st, 2013|Manutenzione Correttiva|

  La “Microfermata” rientra nella politica della Manutenzione Correttiva. E’ un danno oppure rottura che compromette il regolare funzionamento di un sistema o macchinario, manifestatosi sia come fermo macchina sia come problematiche di Sicurezza, Qualitative e rallentamento/efficienza per un tempo prestabilito, solitamente inferiore ai 15’. La “Microfermata”, assieme al “Rallentamento” è molto più subdola del  “Guasto”.

Le perdite di competenza della Manutenzione

Di |2018-04-03T12:37:22+02:00Gennaio 14th, 2013|Manutenzione Correttiva, Strumenti per miglioramento continuo|

Sottoprocesso TPM In logica Lean ogni pilastro deve avere delle responsabilità sulle perdite di propria competenza. La Manutenzione deve rispondere delle seguenti Perdite: Guasti (Macchine e Impianti) Corrisponde ad un interruzione non prevista. Il risultato in ogni caso è una perdita in termini di tempo. Le cause possono essere di natura tecnica o organizzativa. La

Cartellinatura

Di |2018-04-03T13:15:28+02:00Dicembre 16th, 2012|Manutenzione Correttiva, Manutenzione Preventiva Ciclica, Ripristino condizioni di base|

Si organizza un gruppo di lavoro formato da tutti gli attori che possono dare un valore aggiunto. Normalmente, per quanto riguarda una macchina di produzione, sono l’operatore, l’attrezzista, il manutentore, il tecnologo, il qualitativo… tutte le persone che operativamente lavorano giorno dopo giorno sulla macchina per far in modo che essa produca al meglio. Con

QT – indisponibilità tecnica

Di |2018-04-02T21:00:26+02:00Dicembre 16th, 2012|Controllo Tecnico, Manutenzione Correttiva|

La disponibilità A(t) di un sistema/componente (riparabile) è definita come la probabilità che un componente funzionante all’istante t = 0 non sia guasto all’istante t considerato; essa può essere valutata come rapporto tra il tempo medio di funzionamento corretto del componente stesso e il tempo totale di attività (tempo operativo e tempo dedicato alla manutenzione). La disponibilità si

MTBF – MTTR – MTTF

Di |2019-01-06T23:07:33+01:00Dicembre 16th, 2012|Controllo Tecnico, Indicatori, Manutenzione Correttiva|

L’MTBF dall’acronimo inglese (Mean Time Between Failures) è il tempo medio atteso tra l’inizio di un guasto e l’inizio del successivo. Nel caso di sistemi più complessi che possono avere un processo di riparazione conviene usare MTBF: Mean Time Between Failures, ovvero il tempo atteso fra due malfunzionamenti (in alcuni casi si considera MTTF=MTBF) fonte Engineering

Torna in cima