Circa claudiov

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora claudiov ha creato 110 post nel blog.

KPI SMART

Di |2019-07-11T12:39:36+02:00Luglio 11th, 2019|Indicatori|

Prima… obiettivi SMART Non possono esserci i KPI se prima non sono definiti gli obiettivi. SMART è un acronimo introdotto nei primi anni ’80 per definire le caratteristiche che ogni obiettivo deve avere. Specific (specifico): non deve essere generico, si deve riferire in modo chiaro ad un ben definito processo. Measurable (misurabile): deve essere misurabile perché

I ruoli nella Manutenzione

Di |2019-05-12T23:18:38+02:00Maggio 12th, 2019|Risorse Umane|

Responsabile del servizio o della funzione manutenzione (R) Il responsabile di manutenzione deve orientare e gestire la manutenzione in modo coerente agli obiettivi aziendali definiti nel piano industriale e nel piano operativo di medio-breve periodo, sulla base degli approcci organizzativi e metodologici più idonei. Ha una professionalità basata su un insieme articolato e ampio

Persi in problemi che non esistono

Di |2019-02-24T16:40:08+01:00Febbraio 24th, 2019|Lean Maintenance|

In un percorso di trasformazione Lean il management cerca di costruire una cultura del problem solving: per farlo le persone imparano a non colpevolizzare le persone, ad analizzare prima le cause dei problemi e poi ad aggredirle, a usare matrici di valutazione… ma spesso nessuno ci avvisa del rischio che si corre: trovare problemi

Definizione Risorse

Di |2018-04-22T08:14:16+02:00Aprile 22nd, 2018|Risorse Umane|

Quando si definiscono le politiche di manutenzione bisogna valutare il numero di risorse necessarie, il tipo ed il livello di competenze atteso e su questo viene effettuata una GAP ANALYSIS.

Guasti Zero

Di |2018-04-15T21:13:09+02:00Aprile 15th, 2018|Indicatori, Politiche Manutenzione Correttiva|

Molte volte non è definito in modo esplicito oppure è espresso solo in modo ideale il concetto di "Guasti Zero" invece dovrebbe essere formalizzato  rappresenta uno dei punti cardine di miglioramento per l'area manutentiva. Per fare questo bisogna creare, condividere e gestire degli indicatori semplici ma che siano  anche operativi. La visione del lavoro

Processo Multifunzionale

Di |2018-04-15T21:00:12+02:00Aprile 15th, 2018|Indicatori|

Talvolta non è bene compreso che la manutenzione è un processo che coinvolge varie funzione aziendali e non riguarda solo la manutenzione. Talvolta è compreso a livello di Responsabili di Funzione ma non da tutti. Invece deve essere chiaro che il coinvolgimento dovrebbe essere da parte di tutte le funzioni coinvolte ed a tutti i

Obiettivi Scritti

Di |2018-04-15T20:57:41+02:00Aprile 15th, 2018|Asset Management, Ingegneria di Manutenzione|

Alla Manutenzione vengono sempre assegnati obiettivi ma quasi mai in forma scritta. Talvolta vengono assegnati obiettivi in forma scritta ma non è chiara l'implicazione sui risultati di business! Gli obiettivi devono essere sempre assegnati in forma scritta alla manutenzione e devono essere direttamente collegati al miglioramento del business. La Manutenzione deve ricevere gli obiettivi che

Obiettivi di Business

Di |2018-04-15T20:54:13+02:00Aprile 15th, 2018|Asset Management, Ingegneria di Manutenzione|

Talvolta la manutenzione interviene quando le macchine si fermano e le politiche manutentive sugli equipment sono definite dalla manutenzione sulla base della conoscenza tecnica. Tuttavia le politiche manutentive devono derivare da una valutazione strategica con la Direzione che parte dagli obiettivi di business in termini di prestazioni/servizio. Credo che per progettare con la Direzione le

Regolamento Europeo CPR relativo ai cavi elettrici

Di |2021-03-19T10:38:45+01:00Luglio 17th, 2017|Normative di riferimento|

Dal 1 luglio 2017 è entrata in vigore la nuova Norma che recepisce il Regolamento Europeo CPR relativo ai Prodotti Per Costruzione, nel nostro ambito coinvolge i cavi. In sostanza da tale data e fino al 31.12.17 c’è una coesistenza fra utilizzo di vecchi cavi (quelli che si riusciranno ancora a trovare) e nuovi

FGAS – gas fluorurati a effetto serra

Di |2018-03-27T15:23:34+02:00Marzo 9th, 2017|Normative di riferimento|

REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 2014 sui gas fluorurati a effetto serra e che abroga il regolamento (CE) n. 842/2006 (Testo rilevante ai fini del SEE) IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL’UNIONE EUROPEA, visto il trattato sul funzionamento dell’Unione europea, in particolare l’articolo 192, paragrafo 1, vista

OEE con focus sulle “muda” della  funzione manutenzione

Di |2018-04-15T11:43:48+02:00Luglio 3rd, 2015|Strumenti per miglioramento continuo|

Manutenzione Tecnica e Management  -  La filosofia della produzione snella     Manutenzione: Tipologie, Strategie e Strumenti PRODUZIONE SNELLA: OEE con focus sulle MUDA della Funzione Manutenzione La “Produzione Snella” (dall'inglese Lean Production o Lean Manufacturing) identifica una filosofia che mira a minimizzare gli sprechi fino ad annullarli. Questi sprechi sono detti in giapponese “MUDA”.

Cookie Policy

Di |2015-06-21T21:29:40+02:00Giugno 21st, 2015|PM|

Cookie Policy Che cosa sono i cookie? Un "Cookie" è un piccolo testo che viene inviato sul computer per identificare il browser utilizzato dall´utente o per salvare informazioni ed impostazioni sul browser. Potete anche non accettare Cookies sul browser, disattivando le impostazioni richieste sul vostro browser. Facendo così, ci può essere però il rischio che

WCM-World Class Manufacturing

Di |2018-03-27T15:59:22+02:00Ottobre 5th, 2014|Lean Maintenance|

La World Class Manufacturing si fonda su pochi principi fondamentali: il coinvolgimento delle persone è la chiave del cambiamento; non è semplicemente un progetto, ma un nuovo modo di lavorare, la prevenzione degli infortuni rimane un "valore" non derogabile; la voce del cliente deve arrivare in tutti i reparti e uffici; tutti i Capi devono

Manutenzione nel Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81

Di |2018-04-02T21:25:29+02:00Maggio 2nd, 2014|Normative di riferimento, Sicurezza|

  La parola "manutenzione" compare per ben 36 volte all'interno del Decreto, vediamo dove e perché:   Titolo I PRINCIPI COMUNI Capo II Sistema istituzionale Art. 13 - Vigilanza Capo III Gestione della prevenzione nei luoghi di lavoro Sezione I MISURE DI TUTELA E OBBLIGHI Art. 15. - Misure generali di tutela Art. 18. - Obblighi del

Evoluzione della sicurezza

Di |2018-04-02T21:37:11+02:00Febbraio 12th, 2014|Sicurezza|

Anni '30 Richiamo del codice civile e penale    Anni '40 Richiami generici nella Costituzione Repubblicana    Anni '50 Serie di D.P.R. che definirono: concetti fondamentali della sicurezza imposero l'adozione di misure di prevenzione tassatività della normativa   DPR 27 APRILE 1955 n. 547 - Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro DPR 18 MARZO

ACE – Acheiving Competitive excellence

Di |2019-02-24T16:35:24+01:00Dicembre 5th, 2013|Lean Maintenance|

As a member of United Technologies Corporation, Sundyne is committed to Acheiving Competitive Excellence (ACE), the proprietary operating system to ensure world-class quality in products and processes. http://www.sundyne.com/About-Sundyne/Quality/Acheiving-Competitive-Excellence

Modelli di esternalizzazione della manutenzione

Di |2013-11-26T21:59:19+01:00Novembre 26th, 2013|Progettazione Manutenzione Preventiva|

Per quanto riguarda la terziarizzazione, le modalità operative della realtà aziendale sono sintetizzabili nelle seguenti tipologie di prestazione. Intervento a constatazione o a economia: • la constatazione si liquida sulla base di un costo orario, concordato preventivamente, e sulle ore realmente impiegate per l’esecuzione del lavoro appaltato • il coordinamento e il controllo restano di fatto a carico del committente

I principi del Sei Sigma nell’architettura del CMMS

Di |2018-04-02T21:10:14+02:00Novembre 24th, 2013|Ingegneria di Manutenzione, Strumenti per miglioramento continuo|

"We dont know what we dont know; if we can't express what we know in the form of number we really dont know much about it; if we dont know much about it , we cant control it; if we cant control it, we are at the mercy of chance" Prendo spunto da questa citazione

L’asset fisico al centro…

Di |2019-02-24T17:12:47+01:00Novembre 17th, 2013|Asset Management|

La parola "Manutenzione" deriva dal latino manus-tentionem, letteralmente “tenere in mano”. Per me significa un gesto di assunzione di responsabilità. Il pianeta Terra è abitato dall'uomo che produce e consuma utilizzando "Asset Fisici" che potenzialmente possono creare pericoli verso gli stessi uomini e  all'ambiente che ci ospita. Per asset intendo ogni bene, attività, risorsa che

DL 329/04 – Normative e obblighi dell’utilizzatore di recipienti in pressione

Di |2018-04-03T14:07:38+02:00Agosto 26th, 2013|Manutenzione Preventiva Ciclica|

Trattato da A.N.I.M.A.C. OBBLIGHI DELL'UTILIZZATORE All'atto della messa in servizio l'utilizzatore delle attrezzature invia all'INAIL e/o ASL competenti la "Verifica di messa in servizio (ove previsto) e la denuncia di messa in servizio come da tabella:   Recipienti Adempimenti V < 25 litri qualsiasi PS Esclusi dal campo di applicazionedel D.M.329/2004 25 ≤ V <

Trasmissione EAGLE in sostituzione della trasmissione trapezoidale

Di |2018-04-15T21:57:09+02:00Luglio 15th, 2013|Energy Saving|

Settori Applicativi: Ventilatori Industriali/UTA Compressori Soffianti Mixer/Impastatrici Estrusori Generatori Idroelettrici Mulini-Decorticatrici Vantaggi: Risparmio Energetico fino al 5% (caso per caso) Riduzione Manutenzione Riduzione Carichi Dinamici (up to -40%) Contenimento del Rumore Riduzione Ingombri e Peso Facilità nel Tensionamento SCARICA LA BROCHURE

Meeting Report

Di |2014-10-21T21:43:55+02:00Giugno 28th, 2013|Project management, Strumenti per miglioramento continuo|

MEETING REPORT Il Meeting Report è lo strumento che serve per tracciare tutte le riunioni. L'obiettivo è definire in modo preventivo gli argomenti, impegnando l'agenda in modo efficiente   e durante il meeting formalizzare chi farò cosa e in che tempi. Il Meeting Report deve essere strutturato in 6 aree: Informazioni generali: Titolo progetto numero

ISO 55000 – Asset Management

Di |2018-04-02T21:56:36+02:00Maggio 27th, 2013|Asset Management, Normative di riferimento|

ISO 55000 è uno standard, in fase di sviluppo, nel campo della gestione Asset, Questa norma si concentra sui sistemi di gestione e dell'ottimizzazione degli Asset, Lo standard britannico PAS 55 nel campo della gestione patrimoniale, è stato scelto come base per la ISO 55000. PAS 55:2008 è lo standard di riferimento internazionale per la gestione ottimale delle risorse

Le nuove norme UNI 10617-2012 e UNI 10616-2012 relative ai Sistemi di Gestione della Sicurezza negli impianti a rischio di incidente rilevante

Di |2015-05-17T20:56:40+02:00Maggio 24th, 2013|Normative di riferimento|

LEGGI L'ARTICOLO dell'Ing. Domenico Barone-Coordinatore del GL 703 CTI Le nuove norme UNI 10617-2012 e UNI 10616-2012 relative ai Sistemi di Gestione della Sicurezza negli impianti a rischio di incidente rilevante  

Giacalone – Spazzatura civile

Di |2013-05-11T22:54:17+02:00Maggio 7th, 2013|PM|

Spazzatura civile di Davide Giacalone Mentre l’Italia, con Roma capitale anche in questo, affonda nella spazzatura e nelle discariche, in Svezia e Norvegia si trovano a fare i conti con un’emergenza rifiuti che da noi sarebbe considerata paradisiaca: ne hanno troppo pochi. Hanno commesso un errore, che se qualcuno lo avesse fatto anche dalle nostre parti

Una bella lezione di vita

Di |2013-05-24T21:42:57+02:00Aprile 7th, 2013|Risorse Umane|

Un medico è entrato in ospedale subito dopo essere stato chiamato urgentemente alla chirurgia d’urgenza. Ha risposto alla chiamata non appena possibile, si è messo il camice ed è andato direttamente al blocco chirurgico. Davanti alla sala operatoria trova il padre del bambino che gli grida: “Perché è venuto così tardi, perché tutto questo tempo,

Iceberg degli indicatori di performance

Di |2018-04-15T20:03:08+02:00Aprile 1st, 2013|Controllo Tecnico, Indicatori|

La visione del lavoro della Manutenzione agli occhi del “cliente” è come un ICEBERG. La parte emersa è la non visibilità, nel senso che un responsabile di produzione meno vede un manutentore nel proprio reparto più tranquillo è perché significa che le macchine funzionano bene e sono “disponibili”. La parte immersa è tutto il

Microfermata

Di |2018-04-03T12:44:15+02:00Marzo 31st, 2013|Manutenzione Correttiva|

  La “Microfermata” rientra nella politica della Manutenzione Correttiva. E’ un danno oppure rottura che compromette il regolare funzionamento di un sistema o macchinario, manifestatosi sia come fermo macchina sia come problematiche di Sicurezza, Qualitative e rallentamento/efficienza per un tempo prestabilito, solitamente inferiore ai 15’. La “Microfermata”, assieme al “Rallentamento” è molto più subdola del  “Guasto”.

Ingegneria di Manutenzione

Di |2019-05-12T22:24:05+02:00Febbraio 24th, 2013|Ingegneria di Manutenzione, Processi e sottoprocessi|

L’Ingegneria di Manutenzione è l’unità organizzativa responsabile della progettazione, del controllo e del miglioramento continuo del Sistema Manutenzione. In particolare: è supervisore del Sistema Manutenzione; definisce le politiche di manutenzione (correttiva, preventiva, migliorativa); definisce le regole di comportamento organizzativo (procedure, prassi operative, responsabilità, …); predispone e promuove l’utilizzo di adeguati strumenti di supporto operativo (metodi di analisi, sistemi informativi, …);

RAMS – Reliability, Availability, Maintainability and Safety

Di |2018-05-01T21:16:40+02:00Febbraio 13th, 2013|Strumenti per miglioramento continuo|

L'analisi RAMS ha l'obiettivo di garantire un risultato ottimale di un investimento quale un nuovo impianto produttivo oppure la modifica di uno esistente. Qualsiasi progetto di questo tipo dovrebbe essere gestito tenendo in considerazione gli ingredienti dell'analisi RAMS: Reliability (Affidabilità): significa garantire una continuità del servizio del sistema che si progetta o gestisce. E'

RCM – Reliability Centered Maintenance

Di |2018-05-01T21:18:55+02:00Febbraio 13th, 2013|Ingegneria di Manutenzione, Processi e sottoprocessi|

RCM l'obiettivo RCM  (Manutenzione Centrata sull'Affidabilità) è quello di progettare e gestire la Manutenzione sulla base di: criteri affidabilistici analisi dei rischi RCM deve essere l'interfaccia tra Ingegneria di Processo, Produzione e Manutenzione. Gli obiettivi sono: il giusto mix di politiche di manutenzione Vs riduzione costi ed incremento disponibilità progettazione ottimale della logistica di Manutenzione

ARDUINO – TED

Di |2015-01-05T21:20:55+01:00Febbraio 4th, 2013|PM|

Mi sembrava interessante proporre questa soluzione di una persona italiana Brillante... http://www.massimobanzi.com/   Massimo Banzi: How Arduino is open-sourcing imagination http://on.ted.com/eMhd   Sent from the official TED app for Android: Google Play: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.ted.android Amazon Appstore: http://www.amazon.com/gp/mas/dl/android?p=com.ted.android   ARDUINO   IL MANUALE DI ARDUINO    

Rallentamento o perdite di velocità

Di |2019-02-24T16:59:35+01:00Gennaio 14th, 2013|Lean Maintenance, Politiche Manutenzione Correttiva|

Perdite di velocità  (Macchine e Impianti) La riduzione di velocità viene calcolata come la differenza tra la velocità effettiva e la velocità teorica o quella per cui è stato progettato. Le cause possono essere evidenziate in tre momenti diversi: Avvio, Spegnimento, In Marcia. Queste “muda” sono quelle che saranno evidenziate nel “deployment” dell’efficienza di

Le perdite di competenza della Manutenzione

Di |2018-04-03T12:37:22+02:00Gennaio 14th, 2013|Manutenzione Correttiva, Strumenti per miglioramento continuo|

Sottoprocesso TPM In logica Lean ogni pilastro deve avere delle responsabilità sulle perdite di propria competenza. La Manutenzione deve rispondere delle seguenti Perdite: Guasti (Macchine e Impianti) Corrisponde ad un interruzione non prevista. Il risultato in ogni caso è una perdita in termini di tempo. Le cause possono essere di natura tecnica o organizzativa. La

A3 e Project Form

Di |2014-10-21T21:49:10+02:00Gennaio 7th, 2013|Project management, Strumenti per miglioramento continuo|

A3 Per capire se un progetto di miglioramento ha senso o meno farlo dobbiamo essere bravi nel descriverlo in un solo foglio e con poche parole... in questo ci può aiutare uno strumento chiamato "A3". Il nome dello strumento nasce dal fatto che dobbiamo descrivere il tutto in un unico foglio di 29x42 cm per

Manutenzione Produttiva Totale ( TPM )

Di |2019-02-24T17:08:45+01:00Gennaio 6th, 2013|Lean Maintenance, Processi e sottoprocessi|

TPM: acronimo inglese "Total Productive Maintenance" significa "Manutenzione Produttiva con la partecipazione di Tutti" Possiamo considerare la manutenzione produttiva come l'approccio alla produzione secondo la logica della fabbrica snella attraverso lo studio e il miglioramento delle prestazioni dei mezzi di lavoro, delle macchine e degli impianti. Manutenzione Produttiva deve significare economicità: deve generare "profitto". APPROCCIO GIAPPONESE DEFINIZIONE IN

Manutenzione Preventiva: anagrafica

Di |2013-12-25T21:52:53+01:00Gennaio 4th, 2013|Manutenzione Preventiva, Progettazione Manutenzione Preventiva|

Manutenzione Preventiva Ciclica (basato sul tempo o su numeri di cicli). Su Condizione (a fronte di una condizione misurabile) scatenata da una manutenzione Ciclica “ispettiva”. Le informazioni che devono essere inserite nella stesura del piano sono le seguenti: - Descrizione delle attività - Stato della macchina nell’attività manutentiva (ferma o in funzione) - Politica di

Norme tecniche armonizzate (direttiva macchine)

Di |2013-11-25T23:12:00+01:00Gennaio 2nd, 2013|Normative di riferimento|

Norme tecniche armonizzate tipo A inerenti la sicurezza delle macchine TERMINE DEFINIZIONE UNI EN 12786 Sicurezza del macchinario. Guida per la redazione delle clausole sulle vibrazioni nelle norme sulla sicurezza. UNI EN 1746 Sicurezza del macchinario. Guida per la redazione delle clausole sul rumore delle norme di sicurezza. UNI EN 414 Sicurezza del macchinario. Regole

Norme di buona tecnica o linee guida per gestire la manutenzione delle attrezzature

Di |2014-09-07T21:20:17+02:00Dicembre 26th, 2012|Normative di riferimento|

Intervista all'ing. Santini, direttore AIMAN, durante il convegno Lisa Servizi su verifiche periodiche attrezzature, su norme ... LISTA DELLE NORME DI RIFERIMENTO (sezione miglioramento continuo)    

Materiali indiretti: produzione o manutenzione?

Di |2013-12-25T22:02:42+01:00Dicembre 22nd, 2012|Ingegneria di Manutenzione|

Una parte di ricambio è un’entità destinata a sostituirne una corrispondente al fine di ripristinare la funzione originaria richiesta dell’entità: l’entità originaria può essere successivamente riparata. un’entità che sia dedicata e/o scambiabile con un’entità specifica è spesso definita come parte di ricambio specifica. Dove vi sia il dubbio se la parte di ricambio deve essere

Classificazione ricambi di manutenzione

Di |2018-04-02T19:23:10+02:00Dicembre 22nd, 2012|Classificazione ricambi|

Materiali di consumo o ausiliari: di utilizzo corrente e non specifico (viterie, solventi, stracci, materiale per saldare, oli, materiale antinfortunistico, abbigliamenti da lavoro, nastri isolanti, canape stucchi...) caratterizzati da facile reperibilità da commercio (LTA basso) con ampia scelta del fornitore, il cui costo è irrisorio, si decide per lo stoccaggio a magazzino di quantità minime,

Cartellinatura

Di |2018-04-03T13:15:28+02:00Dicembre 16th, 2012|Manutenzione Correttiva, Manutenzione Preventiva Ciclica, Ripristino condizioni di base|

Si organizza un gruppo di lavoro formato da tutti gli attori che possono dare un valore aggiunto. Normalmente, per quanto riguarda una macchina di produzione, sono l’operatore, l’attrezzista, il manutentore, il tecnologo, il qualitativo… tutte le persone che operativamente lavorano giorno dopo giorno sulla macchina per far in modo che essa produca al meglio. Con

Torna in cima